Archivi categoria: opinioni

Opinioni, proposte, lamentele.

Abba de bidda, malfunzionamenti e guasti.


Abba-de-bidda_Mogoro

Mesi fa è iniziato a Mogoro il servizio di vendita di Acqua per uso alimentare purificata con microfiltrazione e trattamento UV.
Una cosa utile e conveniente che ha subito colto il favore della popolazione che ha presto acquistato le tessere elettroniche da 30 € che possono garantire fino a 1000 litri di acqua.
Possono ma solo in linea teorica a quanto pare.
Sin dall’inizio infatti il sistema ha manifestato una serie di problemi che ha causato frequenti interruzioni e riduzioni del flusso della fontanella.
Anche ora è impossibile rifornirsi di acqua, fino a data non precisata. Continua a leggere

Elezioni Comunali, i 5 Stelle non si candidano.

A Mogoro il Movimento rinuncia a scendere in campo, ma sarà un pungolo per chi governerà.


Mogoro 5 Stelle
MOGORO.
Di visualizzazioni sulla loro pagina Facebook ne contano circa 1500, utenti singoli. Certo, non tutti hanno messo il “mi piace” che conta e gli attivisti effettivi sono circa una decina, ma sentono di avere numeri e consenso.
Anche se i Cinquestelle mogoresi, di creare una lista, non se la sono sentiti. «Tantomeno di appoggiare alcun candidato. – spiegano Roberto Maccioni, Emanuele Piras e Mirko Montisci a nome del Movimento –. Faremo il nostro ruolo da cittadini, vigileremo che le cose vengano fatte per bene e daremo i nostri suggerimenti, chiunque vinca la prossima tornata elettorale. Ma una nostra lista avrebbe rischiato di proporre persone relativamente motivate e non completamente competenti». Continua a leggere

Stefano “Edda” Rampoldi a Oristano

L’Intervista all’ex cantante dei Ritmo Tribale.


Edda@Life_Oristano_01

C’era molta attesa per la venuta di Edda, ex cantante dei Ritmo Tribale, in Sardegna per una serie di concerti tra cui quello di Oristano al Life Music Club. Dopo un’ attesa di parecchi anni, Stefano “Edda” Rampoldi torna alla musica nel 2009 con l’album Semper Biot, seguito da Odio i vivi nel 2012. Nel 2014 Stavolta come mi ammazzerai , probabilmente uno, se non il migliore, dischi di musica italiana dell’anno passato.
L’esibizione di Edda, accompagnato da Fabio Capalbio e Luca Bossi, venerdì 27 febbraio, è di quelle che non si dimenticano. Dopo il concerto abbiamo fatto una breve intervista.

Come ti sembra la Sardegna? E’ la prima volta che ci vieni?
EDDA: No, ci sono già stato. E’ bellissima, è bellissima la gente. Sembrano luoghi comuni, ma avete una carica speciale.

Ma siamo diversi dalle altre regioni?
EDDA: Sì, siete diversi perchè avete una vostra identità, e questo si sente.

Quindi non è un modo di dire o, ad esempio, lo diresti anche a un siciliano?
EDDA: No, no. Ecco, vedi, il siciliano forse è più chiuso. Ad esempio, oggi sono stato a Mogoro e ho conosciuto Mario ed Elena, è come se fossimo stati tra amici. Poi ho visto il legame che c’è tra di voi: è molto forte. Non so se negli altri posti sia così, qua mi sembrate tutti così. Magari poi è il paese che è così, ma anche a Cagliari mi sono trovato bene. Vi sento uniti. E’ molto bello. Continua a leggere

La politica renziana del Gratta e Vinci.

Riceviamo e pubblichiamo un intervento del gruppo politico Mogoro 5 Stelle.


gratta_e_vinci_mogoro_5_stelle

Ci piacerebbe che in Italia gli interventi a sostegno dell’edilizia scolastica fossero organicamente programmati, da un Governo che stanzia le risorse necessarie a garantire alla Scuola Pubblica l’effettivo esercizio del diritto all’Istruzione, tutelato dalla Costituzione Italiana, in condizioni di sicurezza per gli studenti che le frequentano.
Invece, ancora una volta, gli interventi del Governo Renzi sono dettati dall’URGENZA di correre al riparo per risolvere situazioni di difficoltà, come quello della scuola elementare di Mogoro in via Dessì, rimaste fuori dal Decreto del Fare e coperti con successiva delibera (CIPE del 30.06.2014).
(La comunicazione del MIUR, infatti, chiarisce che i Sindaci e i Presidenti di Provincia “operano in qualità di Commissari Governativi, con poteri derogatori rispetto alla normativa vigente”.)

Perenne emergenza! Anche per la gestione dell’edilizia scolastica, che nel caso di Mogoro avrebbe avuto da tempo il bisogno di interventi per adeguare una struttura “giovane”, ma progettata e realizzata male e già con evidenti danni. Continua a leggere

Lo Spirito del Natale


Buon Natale Mogoro
Era la sera del ventiquattro dicembre, mancavano poche ore al cenone.
I pacchetti erano pronti per essere donati, l’albero pieno di luci faceva bella mostra di sé in salotto (e ci credo, due giorni per addobbarlo…).
Il dolce natalizio al cioccolato che preparo ogni anno (che aveva richiesto quasi quanto l’albero per essere completato… ) era in frigo in attesa di essere prima elogiato e poi divorato (la foto su instagram già postata come da prassi…).
Eppure mancava qualcosa. Ancora non mi sembrava Natale. Continua a leggere

Petizione contro le Servitù Militari in Sardegna


Sapete che l’1,5% del territorio sardo è occupato da basi militari, poligoni e servitù varie?

Credete giusto che il 60% di tutte le servitù militari italiane debba essere in Sardegna, senza che il popolo sardo possa decidere chi, come, quando, a quale prezzo possa usarle?

Sapete che pochi giorni fa a due passi da Pistis hanno bruciato 25 ettari di macchia mediterranea mentre giocavano a far la guerra ?

Se questi argomenti vi trovano sensibili potreste essere interessati a partecipare alla raccolta di firme che abbiamo intrapreso verso l’Amministrazione Comunale di Mogoro. Ecco il testo della petizione:


«I sottoscritti chiedono che il Sindaco e l’Amministrazione Comunale di  Mogoro esprimano in maniera chiara la contrarietà della popolazione mogorese alla spropositata esistenza di Servitù Militari in Sardegna.

Si chiede che il Consiglio Comunale esprima la propria solidarietà verso le popolazioni dei Comuni direttamente interessate da ogni Servitù Militare e che chieda, in forma singola o associata, agli organi amministrativi superiori, Provincia, Regione e Governo, che siano intraprese tutte le azioni necessarie affinché il carico delle Servitù Militari sia ridistribuito in maniera omogenea fra tutti i territori dello Stato Italiano, che si considerino gli oneri già subiti dalla popolazione sarda,
che si mettano in atto le bonifiche dei luoghi e che si paghino gli indennizzi al popolo sardo per il mancato godimento dei territori occupati.

Inoltre si chiede che una rappresentanza ufficiale del Comune partecipi alla grande manifestazione popolare di protesta che si terrà a Capo Frasca il giorno sabato 13 settembre 2014 alle ore 16:30.»


Potete trovare i moduli per la raccolta delle firme presso i bar:
Caffè Gitano, Versante Est e Kingstone Bar,
lungo la via Gramsci a Mogoro.