Archivio dell'autore: mogoresbook

Nuovo servizio di Raccolta Differenziata a Mogoro

raccolta-differenziata_Mogoro-2016.04Oggi parte il nuovo servizio di raccolta differenziata che verrà effettuato dalla Cooplat.
Saranno necessari alcuni mesi affinché il nuovo servizio entri a pieno regime, pertanto anche il calendario non potrà essere definitivo: per i prossimi mesi continuerà ad essere distribuito il calendario provvisorio, che verrà recapitato a domicilio o comunque potrà essere ritirato presso le sedi indicate dagli addetti Cooplat.
Qui affianco il calendario di Aprile, cliccateci sopra per ingrandire l’immagine.


CINQUE IMPORTANTI SERVIZI AGGIUNTIVI: Continua a leggere

Annunci

Scherzi di carnevale a Mogoro.


Per alcuni anni di seguito durante i festeggiamenti del carnevale, assieme alla compagnia Teatro Tragodìa, al prete Don Corrado ed al sindaco Gianni Pia, organizzammo degli spettacoli teatrali molto leggeri ma d’effetto per intrattenere i nostri paesani.
Il parroco interpretava la parte del sindaco, e il sindaco quella del prete.
Era veramente divertente vedere sul palco questi due personaggi abituati in genere ad altre platee che si scambiavano i personaggi e che si punzecchiavano come don Camillo e Peppone su temi vari, ma anche su dispute realmente accadute in paese fra chiesa e comune.
Ricordo che era un problema arrivare alle prove ed essere seriamente concentrati sul testo senza ridere, spesso i due attori principali non ricordavano il testo, ma essendo entrambi abituati a parlare alla folla senza troppe esitazioni, coloravano i propri testi con un po’ del “loro” personale bagaglio teatrale.
Noi attori della compagnia ci limitavamo a interpretare personaggi di contorno, per lasciare chiaramente lo spazio necessario al primo cittadino e al prelato che il giorno dello spettacolo, accusandosi a vicenda, mandavano in delirio la folla dei presenti nel salone parrocchiale.
Un anno io e Zerry recitammo in uno di questi simpaticissimi spettacoli interpretando rispettivamente la parte di un maresciallo e di un appuntato dei carabinieri.
Avevamo le divise prese in prestito dall’arma ma io ero un po’ fissato con i dettagli e aggiunsi anche qualche decoro alla mia divisa da maresciallo che ritenevo essere un po’ spoglia. Il berretto era privo del simbolo che caratterizza quel corpo militare così aggiunsi la fiamma, credo di cartone dorato.

carabinieri_mogoresbook

Dopo lo spettacolo che si svolgeva sempre nel tardo pomeriggio, io e Zerry non avevamo per niente voglia di finire la serata in quel modo, pur avendo recitato poche battute eravamo entrati al meglio nei nostri personaggi.
Potevamo far altro che levarci di dosso gli abiti di scena e  star lì a ingolfarci di zeppole.I nostri personaggi imploravano altre avventure all’esterno di quella sala.
Dopo una breve consultazione con l’amico Zerry decidemmo che stava per iniziare per noi due una situazione da prendere al volo, forse irripetibile, forse rischiosa e grottesca ma senza dubbio entusiasmante… fare i carabinieri veri!! Continua a leggere

Mogoro ricorda il poliziotto morto a Osposidda.

Dopo 31 anni una via intitolata a Vincenzo Marongiu.


Vincenzo_Marongiu-Mogoro-Osposidda

MOGORO. Salvatore Mulas, a quell’epoca, aveva appena 28 anni. Era un giovane commissario di polizia e guidava la sezione Digos di Nuoro. Più avanti divenne questore di Cagliari, ma quel 18 gennaio del 1985 resterà sempre impresso nella sua mente: «L’ho visto da distanza – raccontò anni dopo alla Nuova Sardegna – il sovrintendente Vincenzo Marongiu, saltare da un rocciaio verso un bandito che pensava morto. Era un ragazzo atletico, Vincenzo. Lo hanno ucciso con due colpi di fucile. È la cosa più brutta che possa capitare a un comandante: vedere morire uno dei suoi uomini».

Vincenzo Marongiu, da Mogoro, provincia di Oristano, sovrintendente capo della polizia di Stato, morì 31 anni fa, nel canalone di Osposidda, tra Oliena e Orgosolo. Si può dire che cadde in battaglia, perché quella di Osposidda fu una vera e propria battaglia, sì. Tre ore di conflitto a fuoco tra decine di poliziotti e carabinieri e un gruppo di banditi in fuga dopo un sequestro fallito anche per la mobilitazione della gente di Oliena.
Alla fine, oltre a Vincenzo Marongiu, lasciarono la vita tra i rovi di Osposidda i banditi Giuseppe Mesina, Giovanni Corraine, Salvatore Fais e Niccolò Floris. Continua a leggere

I risultati di mogoresbook nel 2015.


I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2015 per questo blog.

Ecco un estratto:

La sala concerti del teatro dell’opera di Sydney contiene 2.700 spettatori. Questo blog è stato visitato circa 21.000 volte in 2015. Se fosse un concerto al teatro dell’opera di Sydney, servirebbero circa 8 spettacoli con tutto esaurito per permettere a così tante persone di vederlo.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.


 

Il Tempo Sospeso.

mostra fotografica a Firenze.


Il nostro bravo fotografo Stefano Pia espone a Firenze con Davide Virdis una serie di scatti dedicati a quel luogo di passaggio che tanti di noi ha ospitato nel nostro viaggiare fra Sardegna e Continente: il traghetto.
Ore interminabili che ancora sanciscono il distacco fra vita ordinaria e vacanza, fra famiglia di origine e nuova casa, fra lavoro e svago… per ognuno diverso ma per tutti simile:

«Ci sono esperienze nella vita che ti fanno diventare più forte, questa per me é stata una di quelle.
Quei viaggi interminabili fatti di odori acri, albe e tramonti agli antipodi di mondi da scoprire, persone che non dimenticherò mai.
Anche se non lo ammetteremmo mai, ci mancano anche quei viaggi.»
R.S. Continua a leggere

Abba de bidda, malfunzionamenti e guasti.


Abba-de-bidda_Mogoro

Mesi fa è iniziato a Mogoro il servizio di vendita di Acqua per uso alimentare purificata con microfiltrazione e trattamento UV.
Una cosa utile e conveniente che ha subito colto il favore della popolazione che ha presto acquistato le tessere elettroniche da 30 € che possono garantire fino a 1000 litri di acqua.
Possono ma solo in linea teorica a quanto pare.
Sin dall’inizio infatti il sistema ha manifestato una serie di problemi che ha causato frequenti interruzioni e riduzioni del flusso della fontanella.
Anche ora è impossibile rifornirsi di acqua, fino a data non precisata. Continua a leggere