Fondi regionali agli istituti non statali distribuiti in 29 centri della provincia.

due milioni per 34 scuole dell’Infanzia.


 asiloIn alcuni piccoli paesi sono l’unico presidio educativo per i bambini prima del loro arrivo sui banchi della scuola. La maggior parte è gestita da religiosi, soprattutto suore.
Un ruolo importante per gli asili privati anche in provincia, che la Regione ha riconosciuto con un finanziamento di poco meno di 2 milioni e 100 mila euro, divisi fra 34 scuole dell’infanzia non statali in 29 Comuni.

LA REGIONE L’assessorato alla Pubblica istruzione ha assegnato 18 milioni di euro agli asili privati sardi per coprire spese di gestione e personale per l’anno scolastico in corso. Il 12 per cento dei fondi arriverà nelle materne non statali dell’Oristanese.
I FONDI Ad Oristano 5 gli asili finanziati: 112 mila euro all’Immacolata Concezione, 62 mila alla Padre Felice Prinetti, 104 mila alla Sant’Efisio, 46 mila alle Evaristiane di Donigala e la stessa cifra alla Stella Maris di Torregrande. Due a Bosa : 114 mila euro per la materna Angelico Zanetti e 119 mila per la Sacra Famiglia. Ancora, 46 mila euro all’asilo San Vincenzo di Abbasanta, Sacro Cuore di Gesù di Aidomaggiore, Fondazione Serralutzu-Flores di Cuglieri, San Giuseppe di Genoni, Cottolengo Koros di Ghilarza, asilo San Francesco di Masullas, San Giovanni Battista di Nurachi , San Giuseppe di Ruinas, Sacro Cuore di Scano Montiferro, Cesare Zonchello di Sedilo, Santa Lucia di Siamanna, San Giuseppe di Tinnura e San Vincenzo di Tresnuraghes. Poi 44 mila euro per le materne Nostra Signora di Bonaria di Ales, 38 mila per la Vergine della Misericordia di Bauladu, 62 mila per la Santa Maria di Bonarcado, la Melis-Ariu di Mogoro, l’asilo parrocchiale di Simaxis e il Sacro Costato di Seneghe, 63 mila all’asilo Maria Bambina di Narbolia, 51 mila alla Virgo Fidelis di Neoneli, 104 mila alla Sant’Agnese di Palmas Arborea. Infine 72 mila euro alle materne del Sacro Cuore di Paulilatino, 42 mila a Maria Ausiliatrice di Siamaggiore e Sacro Cuore di Zerfaliu, 66 mila alle Sorelle della Misericordia di Terralba e 97 mila euro all’asilo del Sacro Cuore di Uras.

IL COMMENTO A Genoni ci sono solo le materne delle suore Figlie di San Giuseppe. «Da oltre 40 anni svolgono un ruolo fondamentale nell’educazione e formazione dei piccoli genonesi – ha detto il sindaco Roberto Soddu – 14 bambini frequentano l’asilo, solo qualcuno va a Nuragus.
Testimonianza dell’attaccamento delle famiglie alle materne delle suore, che anche il Comune sostiene con 4.700 euro l’anno per la mensa».
Antonio Pintori


L’Unione Sarda
Domenica 8 Novembre 2015, Pagina 40

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...