Scuole accorpate: il sindaco di Uras s’infuria.

Gli istituti di Uras e Arcidano uniti a Mogoro.


«La solita imposizione che piove dall’alto». Così il sindaco di Uras Gerardo Casciu ha bocciato il nuovo piano regionale di dimensionamento scolastico.
Il primo cittadino è su tutte le furie con l’assessore regionale alla pubblica istruzione Claudia Firino. L’istituto comprensivo di Uras ed Arcidano è stato accorpato a Mogoro, «un’imposizione che stravolge tutte le nostre indicazioni e motivate argomentazioni inviate alla Regione», ha proseguito il primo cittadino, «avevamo chiesto il mantenimento dello stato attuale e solo come ultima opzione l’accorpamento a Marrubiu. I numeri dei nostri alunni consentono una deroga. Inoltre con Marrubiu ed Arcidano condividiamo altri servizi». L’assessore comunale alla pubblica istruzione Claudia Fenu ha rimarcato: «Spostare la segreteria a Mogoro creerebbe disagi ai genitori per qualsiasi pratica. Non ci sono collegamenti in orari compatibili con quelli della segreteria».
Il duro messaggio del sindaco all’assessore Firino: «Nonostante le istanze dei sindaci non ha ritenuto opportuno incontrarci finora per verificare la nostra realtà. Questo piano di dimensionamento rischia, con l’illusoria veste di programma volto a un miglioramento del servizio scolastico, di essere solo un accentramento di plessi legato a logiche che esulano dal garantire qualità dell’offerta formativa ai nostri ragazzi».
Antonio Pintori


L’Unione Sarda
Mercoledì 18 Febbraio 2015, Pagina 16

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...