Ribaltone in cantina: il nuovo presidente è Mauro Orrù

cantina il Nuraghe di Mogoro.


Cantina_di_Mogoro_2014Ribaltone di Natale alla cantina sociale.
Via la dirigenza che per quattro anni ha guidato la struttura in Marmilla. Dentro un nuovo gruppo con un altro presidente, Mauro Orrù, e il ritorno di un numero uno storico de Il nuraghe, Antonio Cirronis, che ora farà da vice.
I soci hanno scelto un nuovo consiglio d’amministrazione, «motivati anche dai forti ritardi nei pagamenti delle uve e dalla voglia di voltare pagina», hanno affermato Orrù e Cirronis.

ELEZIONE – La cantina conta 529 soci di Marmilla e Medio Campidano. L’assemblea riunita nei locali della struttura, vicino alla Carlo Felice, ha premiato con pochi voti in più il gruppo composto da Mauro Orrù, Antonio Cirronis, Enea Porta e Sergio Scano, tutti di Mogoro, e Enzo Cotza di Uras. In minoranza il presidente uscente Michele Cuscusa, Valentino Broccia, Silvino Montisci e Sandro Floris. I nove componenti del consiglio d’amministrazione hanno eletto all’unanimità Mauro Orrù, 46 anni, commercialista, consulente e presidente della Pro Loco di Mogoro, nuovo presidente della cantina. Più combattuta l’elezione del vice. Ma alla fine l’ha spuntata Cirronis. Linda Argiolas è la segretaria.

NUOVA DIRIGENZA – «Un ribaltone voluto dai soci», ha detto il vicepresidente Cirronis. Per lui è un ritorno nella cantina che conosce come le sue tasche. È stato numero uno per diversi mandati. Ha confessato: «Molti soci erano preoccupati per il ritardo nei pagamenti delle uve». Problema di cui non ha fatto mistero il nuovo presidente. Anche lui ha fatto parte di passate dirigenze de Il Nuraghe. «La cantina in un momento di difficoltà si è affidata alle banche che poi hanno bloccato l’erogazione di fondi a breve termine e a farne le spese sono stati i pagamenti per il conferimento delle uve ai soci» ha spiegato Orrù, «Problema che risolveremo subito con una riorganizzazione strutturale dell’azienda e i controlli dei costi di gestione». Poi gli altri programmi: «Riallacciare i rapporti con i soci, valorizzare meglio i dipendenti perché non abbiamo condiviso l’ultima gestione delle risorse umane e la razionalizzazione del piano di marketing, portato avanti con un po’ di approssimazione».

EX PRESIDENTE – «Avevamo un programma per metterci in regola con i pagamenti delle uve in un anno», ha risposto l’ex presidente Michele Cuscusa, che ha guidato la cantina dal 2011. «Sono soddisfatto del nostro mandato. La maggioranza ha premiato questo gruppo. La cantina ha bisogno di giovani e idee. Sono pronto a tendere la mano alla nuova dirigenza».
Antonio Pintori

L’Unione Sarda
Sabato 27 Dicembre 2014, Pagina 21

Annunci

Una risposta a “Ribaltone in cantina: il nuovo presidente è Mauro Orrù

  1. I miei auguri a Mauro Orru’ ed il suo gruppo dirigente. L’augurio è che ci sia la giusta e obbiettiva e piu’ ampia visione e concertazione con proposte e progetti che si presenteranno a voi durante questo mandato, tenendo fuori le fazioni politiche che molti di voi rappresentano e che ne hanno spesso compromesso con pregiudizio lo stesso andamento programmatico della Cantina. Un “tutti insieme appassionatamente” per tenere alto il baluardo di un’azienda ancora leader nel suo campo, che rappresenta e fa conoscere il nostro territorio nel mondo con l’ottimo prodotto che realizza grazie all’umiltà e alla passione del lavoro dei soci conferitori, qualità che sono spesso venute a mancare nelle varie amministrazioni dell’azienda. Buon anno e Buon lavoro.

    Cosimo Mocci

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...