Una fiera del tappeto da record

Successo di pubblico e fatturati in crescita


L’artigianato di qualità resiste alla crisi. Lo ha dimostrato il successo della cinquantatreesima fiera del tappeto che ha chiuso i battenti a Mogoro.
La rassegna dell’artigianato artistico più antica della Sardegna adesso guarda al futuro: una collaborazione con la Giunta regionale e una mostra aperta tutto l’anno. Un’edizione da ricordare soprattutto per i dati delle vendite per il consigliere comunale con delega all’artigianato Luisa Broccia: «Incassi per 135 mila euro, abbiamo quasi raddoppiato la cifra dello scorso anno. I visitatori sono venuti per acquistare pezzi importanti come arazzi e gioielli. E gli artigiani, soprattutto quelli del progetto D Mogoro, hanno ricevuto commesse per tutto l’anno».
7 mila i biglietti staccati, qualche punto di percentuale in più rispetto al 2013. Ma l’amministrazione di Mogoro non si culla sugli allori. «Nelle prossime settimane incontreremo il presidente della Regione Francesco Pigliaru, che nella giornata d’inaugurazione della fiera aveva annunciato un progetto pilota per l’artigianato artistico sardo con sede proprio Mogoro», ha concluso Broccia, «abbiamo poi chiesto ad ogni artigiano di lasciare qualche pezzo nel centro di piazza Martiri. Vogliamo allestire un’esposizione permanente. Una prima sperimentazione per le prossime festività natalizie».
Antonio Pintori

L’Unione Sarda
Giovedì 04 Settembre 2014, Pagina 36

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...