missione: giornata al mare con famiglia

colonizziamo la spiaggia!

La moglie si alza all’alba per preparare fettine impanate di pollo da inserire nei panini tolti dal freezer. Qualche uovo sodo, insalata di fagiolini, melanzane e zucchine grigliate. L’insalata di riso è già pronta dal giorno prima, ma il pomodoro è meglio metterlo la mattina prima di partire. Sottaceti? No, non piacciono a nessuno! Quindi solo mozzarella, sedano, tonno e basilico… che insaporisce per bene.
Il marito ha già deciso  assieme agli amici in quale mare si andrà. Sassu!
Alla fine è vicino, è sicuro per i bambini e si sta bene. Tutti assieme a godere del sole caldo e dell’acqua fresca. Tre ombrelloni per famiglia per avere maggiore ombra, anche se poi magari si andrà a mangiare in pineta. Tavolino, seggiole, sdraio e un’anguria gigante da trasportare nel bagagliaio, ma da sistemare nella battigia non appena si arriva in spiaggia. Così almeno sarà più fresca.
Intanto i bambini si infilano il costume. Chi usa quello dell’anno scorso si lamenta perchè ne vorrebbe uno nuovo simile a quello che aveva Balotelli in vacanza in Costa Smeralda. Le bambine lo vogliono come quello di Serena Gomez nel poster della loro stanza. Pinne, maschere e occhiali. Non si sa mai che passi qualche pesce e li trovi impreparati.  Il pallone non deve mancare e il materassino, quello rosso e blu comprato venerdì al mercato, non può di sicuro rimanere a casa.

Giornata al Mare

Appuntamento in S’ecca ‘e Matteddu alle 8 del mattino. Mica si vorrà arrivare troppo tardi, Che poi c’è un caldo insopportabile, non c’è parcheggio e i bambini soffrono… e poi magari i posti migliori sono già occupati dai primi pischelli che arrivano, ubriachi ancora dalla notte prima.
Arrivo in spiaggia.
Sparpagliamento generale di asciugamani, secchielli e ciabatte per marcare il territorio, mentre gli uomini preparano una vera dimora per la giornata. Muscoli e ingegno: riscoprono felici l’ancestrale lavoro di gruppo che era molto utile per la sopravvivenza della specie già nei tempi del primissimo Homo habilis. Tipo tribù di cacciatori-raccoglitori.
Bambini!! bisogna aspettare almeno due ore prima di entrare in acqua!!
Il sole caldo picchia forte sulla pelle candida di giugno. Creme prottetive migliorano la situazione… ci si guarda intorno e ci si comincia a bagnare…
solo i piedi però eh!

Finalmente tutti sguazzano in acqua. La spiaggia comincia ad affollarsi.
E’ venuta anche Tizia con il marito e i figli, che mangiano  a tipo fogne.
Quest’anno la cellulite le si vede di più… certo poteva comprarsi un costume intero, invece si ostina a usare il bikini, e va bè!
Caia invece si mantiene sempre giovane e l’invecchiamento cutaneo è al minimo. Certo con i massaggi settimanali siamo buone tutte!
Ora leggo il libro della Mazzantini, casomai di sera inizio il Bartezzaghi della Settimana Enigmistica. Mentre qualcuno gioca già a scopone scientifico o a bocce.
Due tramezzini per spezzare la fame non li vuole nessuno?
Apriamo un’Ichnusa che adesso è ancora bella fresca!
Bambini! Aiò uscite dall’acqua!!
Mì, mì che tuo figlio non vuole uscire, pensaci tu per favore che io non ho voglia di sgolarmi!!

Poi il pranzo. Un’ammucchiata generale.
Assaggia cosa ho portato io, prendi del mio. Bevi questo vino che l’ho fatto io, ecc. Ci sono anche pasta al forno, panini con mortadella, insalata di pasta, maialetto arrosto, melone, pesche e quell’anguria bella fresca… per fortuna qualcuno ha portato il thermos con il caffè pronto, che aiuta a digerire.
Ora silenzio tutt’attorno. E’ il momento del pisolino, che anche quello aiuta a superare la digestione.
Dopo diverse ore, tutti in acqua a fare il bagno, con capriole e tuffi spettacolari.
Merendina? Ho dei panini con la Nutella.. Poi niente bagno in mare eh..
Sono quasi le 7 e mezzo di sera. Conviene cominciare a ritirare tutto e tornare a casa. Che da qui che si rientra.. tra farsi tutti la doccia e preparare la cena… si fanno le nove passate.

A casa. Non toccate le spalle a babbo che è tutto bruciato!
Oh io gliel’ho detto mille volte di mettersi la crema contro i raggi UVA e UVB.. Lui dice che è per caghini…
Stanchi ma appagati. Soddisfatti della giornata a pieno contatto con la natura. Una meraviglia.
A prendere aria in vicinato? Ma chi ne ha voglia!? Tutti a dormire!

talvolta anonima

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...