Scrivi artigianato, leggi futuro

La 52^ fiera del tappeto di Mogoro.

Fiera_Mogoro_2013Ottanta espositori e cento metri quadri in più di spazi espositivi.
La fiera del tappeto di Mogoro ha voglia di crescere ed è pronta a tagliare il traguardo della cinquantaduesima edizione con un progetto innovativo che coinvolge una decina di aziende locali esperte nel rielaborare l’artigianato tradizionale strizzando l’occhio all’innovazione.

Il taglio del nastro della rassegna dell’artigianato artistico più antica della Sardegna è fissato per venerdì alle 19 nel centro polifunzionale di piazza Martiri delle Libertà.

C’è l’artigianato tessile, la ceramica, il ferro, il rame, il vetro, la coltelleria, l’oreficeria, la cestineria, la pelle e anche l’agroalimentare.

Fra le novità tre ditte dell’arte sartoriale e il progetto D Mogoro workshop.
Da quest’ultima sezione si aspettano molto il sindaco Sandro Broccia, l’assessore comunale all’artigianato Luisa Broccia e Roberto Virdis, direttore artistico della fiera. Sono stati concordi ieri nell’affermare durante la conferenza stampa che «è un progetto che parte da Mogoro ma si potrebbe aprire anche a orizzonti nazionali e internazionali con la partecipazione ad altre fiere importanti».
In sostanza in una nuova sezione alla quale partecipano una decina di artigiani mogoresi, che non producono artigianato artistico in senso stretto, dei settori del tessile, ferro e legno, proporranno le loro “innovative” creazioni. Alcuni pezzi sono stati anche realizzati con tutte e tre le materie prime. Si potrà dunque vedere una sedia con ferro, legno e tessuto. «Una proposta per catturare anche un nuovo target di visitatori, più inclini all’innovazione», ha aggiunto Broccia.

Poi ci sarà il pezzo unico con gli artigiani che si confronteranno sul tema Memoria della forma.
Ma saranno accontentati anche i palati più esigenti con un concorso fra sette ristoranti e pub con un piatto abbinato a un vino della cantina sociale “Il Nuraghe” di Mogoro chiamato Trame di gusto.
Si potrà dunque trascorrere un’intera giornata nella cittadina della Marmilla.

Ingresso 2 euro, ridotto 1 euro, 3 euro cumulativo con la visita al nuraghe Cuccurada. La Fiera apre da sabato 27 Luglio fino a domenica 8 settembre tutti i giorni dalle 10 alle 21.

Antonio Pintori

L’Unione Sarda
Mercoledì 24 Luglio 2013, inserto Estate, Pagina 8

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...