Archivi del giorno: 29 gennaio 2013

Cantina “Il Nuraghe”, medaglia in Francia.

MOGORO

Chio

Un altro riconoscimento internazionale per i vini della cantina sociale “Il Nuraghe” di Mogoro. Questa volta è toccato al cannonau “Chio Riserva 2008”, che si è guadagnato una medaglia d’argento al Concours Grenache du Monde, il primo concorso mondiale dei vini cannonau che si è svolto a Perpignan, in Francia.
In gara c’erano oltre trecento vini provenienti da Italia, Francia, Australia, Stati Uniti, Sud Africa, Brasile, Repubblica Macedone e Spagna.
Ma il “Chio” de “Il Nuraghe” si è portato a casa uno dei premi più prestigiosi.
Un altro risultato da incorniciare per la cantina sociale mogorese dopo la medaglia d’oro ottenuta dal “Vermentino Don Giovanni 2011” al concorso mondiale di Bruxelles «e che conferma il nostro impegno per il raggiungimento di livelli qualitativi sempre più elevati – ha detto l’enologo della cantina Daniele Manca – È stata anche una scommessa per confermare che anche in territori non prettamente vocati a questo vino si possano ottenere risultati alla stessa stregua delle zone di coltivazione tipica del cannonau»
Antonio Pintori

L’Unione Sarda
Martedì, 29 Gennaio 2013, pagina 16

UNITRE: cento allievi

MOGORO

Cento allievi da tutta la Marmilla.
E non importa se non sono più giovani. Perché la voglia di imparare e di crescere dal punto di vista culturale non ha età. Prosegue l’attività dell’Università della Terza Età “Parte Montis-Marmilla” con sede nella casa Grussu a Mogoro.
Il nuovo anno accademico è in pieno svolgimento.
Ci sono 63 associati da Mogoro, gli altri arrivano da Masullas, Gonnoscodina, Gonnostramatza, Pompu, Baressa, Ales, Morgongiori, Gonnosnò ed Uras.
E c’è anche un consiglio direttivo rinnovato. Il nuovo presidente è Bruno Pia , quello onorario Giovannino Cherchi , vice Patrizia Santini , direttore dei corsi Carla Casano , tesoriere Antonio Cirronis , segretaria Maria Luigia Marongiu e consiglieri Maria Luigia Pitzalis , Vincenza Meledina , Antonino Floris e Maria Corona . Ogni paese ha dei referenti: per Mogoro Cherchi e Franco Sonis ; per Ales Marco Ledda , per Masullas Erminia Erdas , per Baressa Maria Corona, per Gonnoscodina Celina Zedda , per Gonnostramatza Gustavo Abis e per Pompu Maria Francesca Piras.
«I nostri programmi si articolano in diversi corsi, ballo sardo, inglese ed informatica», ha detto il presidente Pia, «per le materie delle conferenze lingua e letteratura italiana e sarda,tutela della salute, libri e visite guidate».
La prossima conferenza è prevista domani alle 17,45 a Casa Grussu: per la Giornata della Memoria la proiezione del film “Un treno per la vita”.
Antonio Pintori

L’Unione Sarda
Martedì, 29 Gennaio 2013, pagina 16