Bì Foto fest 2012

Il Bì Foto è un giovanissimo Festival della Fotografia nato per l’esigenza di colmare un vuoto che ormai in Sardegna si faceva tanto sentire, quello di una rassegna fotografica con cadenza annuale, un punto di riferimento e una vetrina importante a disposizione degli appassionati dell’arte visiva ed una opportunità per tanti talenti di farsi conoscere.
L’idea del Festival è di Stefano Pia che insieme con l’amico fotografo Vittorio Cannas ha messo in piedi già dall’anno scorso un Festival di tutto rispetto, attirando l’ attenzione di più di mille visitatori, dei quotidiani e delle tv regionali.

Quest’anno l’evento si fa ancora più interessante, saranno ben tredici le mostre personali esposte questi sono i temi trattati:

SALAM reportage dalla Siria, di Gigi Olivari;
FOB COLUMBUS l’Afghanistan, di Gabriele Uras;
BOROVLIANY il problema ancora attuale dei malati di Chernobyl,
prodotta dal Festival di Palau, foto di Valerio Contini;
FIGLI DELLA LUNA le comunità ArciGay, di Laura Marchiori;
IL COLLE DEI SANTI il mondo misterioso dei Frati Cappuccini,
di Stefano Pia;
FRAMMENTI DI LUCE foto Beauty Glamour, di Maurizio Scanu;
NAKED SARDINIA nudo artistico, di Antonio Ennas;
DENTRO I MIEI OCCHI foto di Viaggi dall’America all’Europa,
di Massimo Mattaliano;
L’ANIMA DELLA CARTIERA il paesaggio industriale abbandonato della Cartiera di Arbatax, di Davide Virdis.
L’allestimento della mostra fotografica comprende la proiezione continuata del documentario GENERAZIONE DI CARTAI, autori: Paolo Chiozzi, Sandro Nardoni, Davide Virdis, Regia: Sandro Nardoni;
VITA DI UN CANE SCHIAVO DELLA VITA DI UN UOMO
un singolare racconto sulla giornata di un cane, di Vittorio Cannas;
EQUILIBRIO PRECARIO un’analisi sul tema della transitoria, instabile e fragile ricerca dell’adeguatezza, del ruolo all’interno della società, di Fabio Loi.

Per gentile concessione di SU PALATU FOTOGRAFIA saranno, inoltre, esposti un lavoro a colori sulla Sardegna contemporanea ONE (di Luca Spano) e foto in Bianco e nero sulla Sardegna Onirica  WALLS & BONES (di Stefania Mattu).

Vetrine del Festival sono i locali della Fiera del Tappeto di Mogoro, una struttura creata negli anni ottanta per l’ esposizione di artigianato ma che si sposa benissimo con l’ esigenza fotografica.
Quindi Sala espositive che si affacciano al verde del chiostro, una passerella di pietra fa da guida ai visitatori, immersi in una cornice e un’architettura fantastica degna di ospitare mostre fotografica dall’ alto valore culturale ed artistico.

Il BìFoto apre le porte Sabato 23 Giugno e rimarrà aperto per nove giorni, fino a Domenica 1 Luglio. Precede così di pochi giorni il Festival del Libro di Gavoi ed l’importante Corsa a cavallo dell’Ardia di Sedilo.

Il pubblico è invitato già dall’inaugurazione del Festival,
Sabato 23 Giugno alle ore 18:00.
Ci saranno gli interventi del giornalista Paolo Vacca
e del Presidente dell’Associazione SU PALATU, Salvatore Ligios.

Il sito ufficiale

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...