Archivi del giorno: 3 dicembre 2011

I cuccioli non sono giocattoli

Manca poco a Natale,
anche quest’anno saranno tante le persone che decideranno di regalare o regalarsi un cucciolo.
Una buona parte di loro purtroppo commetterà l’errore di acquistarlo presso negozi o allevamenti  anziché pensare ad un’adozione presso uno dei tanti rifugi presenti in Italia.
Ogni anno nel nostro Paese vengono abbandonati migliaia di cani e gatti e il fenomeno è in aumento soprattutto al sud e nelle isole.

Solo nel periodo estivo si stima un numero non inferiore ai 150 mila casi di abbandono di gatti e cani, ma non tutti ovviamente riescono ad essere salvati. L’80% dei cani per esempio muore a causa di incidenti stradali, purtroppo da lui stesso causati dopo essere stato abbandonato sul ciglio della strada, mentre il restante 20% viene preso e portato nei canili, dove forse non verrà mai adottato. Per i gatti invece la situazione è ancora un’altra, un terzo dei felini randagi è composto da cuccioli che purtroppo non sopravvivono agli attacchi da parte di altri animali. Secondo i censimenti effettuati dal Ministero della salute i rifugi ospitano attualmente 660.517 cani e 1.290.692 gatti al loro interno. La LAV (Lega italiana antivivisezione) ha stimato un numero approssimativo di 1.600.000 cani randagi in tutta Italia,dentro e fuori i rifugi, mentre per i gatti sarebbe addirittura impossibile dare cifre precise, visto il diverso approccio che il felino riesce ad instaurare con la natura trovandosi allo stato selvaggio, ma ci si aggira intorno al milione e 900 mila unità. Si parla sempre di numeri approssimativi.

Continua a leggere