Gli Alpini a Torino: Adunata Nazionale numero 84

Voce del verbo invadere

Essi simboleggiano quasi, all’estrema frontiera, alle porte d’Italia,
un baluardo sul cui fronte sta scritto: Di qui non si passa.
[ Luigi Pelloux, ottobre 1888 ]

Questo slideshow richiede JavaScript.

È un venerdì pomeriggio caldo ma nuvoloso, sono quasi le 6 e Torino è pronta a lasciare gli uffici e riversarsi in strada per l’esodo fine-settimanale.
Salgo sullo scooter e mentre zigzago tra le macchine noto qualcosa di strano, come un’atmosfera diversa nell’aria: Torino sembra un gigantesco accampamento. Di fronte a Torino Esposizioni ci sono decine di camper parcheggiati, in piazza Cavour e sul Valentino le persone si muovono tra le tende, qualcuno ha fatto un riparo con teli di plastica, altri hanno montato tavoli e sedie e si preparano a cenare. Piazza Vittorio Veneto è chiusa al traffico per tre quarti, fermo al semaforo osservo la tendopoli della croce rossa completamente cinta dalle transenne, le ambulanze, i bagni chimici, le persone che passeggiano come in un giorno di festa.
Un cartello attaccato con lo scotch su una macchina mi rivela l’arcano, in città è arrivata l’84° Adunata Nazionale dell’Associazione Nazionale degli Alpini.

Gli Alpini sono il più antico corpo di fanteria da montagna attivo nel mondo, nascono nel 1872 da uno studio di Giuseppe Domenico Perrucchetti, ex insegnante di geografia all’epoca capitano di Stato Maggiore, per proteggere i valichi alpini dall’impero austro-ungarico e francese [+].

Pietro, Alessio e Livia sono già al Valentino, attraverso il centro di corsa ma le persone sembrano non avere alcuna fretta, una fila di bancarelle contorna il Lungo Pò e disegna la curva del fiume come una striscia di sabbia di quarzo.
Di fronte all’arco un tizio vende le magliette ufficiali dell’adunata e i cappelli alpini, le vuvuzelas a righe verdi, bianche, rosse e i boccali di metallo, fondamentali per una serata da vero Alpino.
Sono le 19.30 del 6 maggio 2011, mancano ancora 12 ore buone all’apertura dei festeggiamenti ma gli Alpini sono già scesi a valle in formazione e hanno invaso Torino.

Gli altri mi aspettano affamati, nell’aria il profumo delle griglie e della carne arrosto si mischia alla puzza di frizione bruciata, una decina di ragazzi attornia la bancarella più grande, quella con la griglia rotonda al centro.
In onore del nostro recente viaggio a Berlino decidiamo di prendere un Bratwurst con patate fritte e salsa libera, cerchiamo un posto a sedere vicino al banchetto col vino buono a un euro e ci tuffiamo in un lago di senape, ketchup e maionese.
Intorno a noi centinaia di persone camminano per il Valentino in gruppi più o meno assortiti, gli alpini attraversano il parco a bordo di automezzi rumorosi e bizzarri, spunta anche una banda musicale, una grancassa, i piatti, due fisarmoniche e un organetto catturano l’attenzione dei presenti, qualcuno accenna un coro, una coppia si lancia nel ballo, un ragazzo africano improvvisa due passi tra gli schiamazzi della folla.
Alessio e Livia si sono alzati e ora battono le mani a ritmo di musica, Pietro addenta una patata e mi sorride con i denti sporchi di ketchup, lo guardo e penso che tutti ma proprio tutti sembrano avvinazzati e felici.


Testo e foto di
Ismaele Marongiu


Annunci

3 risposte a “Gli Alpini a Torino: Adunata Nazionale numero 84

  1. Grazie a te Gilda per aver letto l’articolo…

    Mi piace

  2. Grazie Isma, mi hai riportato alla settimana scorsa!

    Mi piace

  3. Ci tengo a specificare che la frase d’apertura di Luigi Pelloux parla degli Alpini ma è molto dibattuta e ne esistono varie versioni…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...