su Sartigliu mogoresu 2011

Il 20 Marzo, dopo un rinvio a causa del maltempo, si è finalmente svolto Su Sattigliu Mogoresu.

La manifestazione, organizzata dall’Associazione Ippica Mogorese, si è svolta nel centro ippico sito in “su paboi Mannu” (la grande palude), e nonostante le piogge delle settimane precedenti e della mattina stessa, ha portato un grande pubblico.

Questa manifestazione è alla sua 4° edizione, anche se non è cosi recente come sembra. Su Sattigliu ha infatti origini antiche anche se di originario rimane solo la discesa a cavallo. Agli albori nasce come una corsa a cavallo, che si teneva nelle vie del paese, dove ad essere colpite non erano delle brocche bensì delle galline vive.
Per ovvi motivi etici si è deciso di abbandonare la “corsa alla gallina” ed optare per una “corsa alla brocca”.

La manifestazione ha inizio alle 4 del pomeriggio, e quest’anno si apre con una sfilata un po’ particolare: il corteo di Eleonora d’Arborea (impersonata da Carla Perino) che aveva partecipato due settimane prima alla Sartiglia di Oristano.
Al termine dell’esibizione del corteo ha inizio Su Sattigliu vero e proprio, sono presenti una quarantina circa di cavalieri, tutti mascherati. La manifestazione  si articola in due momenti: la corsa alle brocche, nella quale il cavaliere deve mostrare la sua abilità nel percorrere la pista in velocità e riuscire a colpire con un bastone  le due brocche appese, e le pariglie.

Le corse a pariglie sono prove di destrezza e d’eleganza dei cavalieri: si esibiscono con  volteggi e acrobazie su cavalli affiancati al galoppo,  sono delle esibizioni molto difficili, che necessitano di anni  allenamento, quelle presentate a Mogoro sono abbastanza rudimentali ma siamo sicuri che di anno in anno, di manifestazione in manifestazione ci regaleranno un sempre più bello spettacolo.

Come ogni spettacolo che merita, anche su sattigliu ha la cronaca in diretta, svolta abilmente da Franco Sanfilippo che racconta in diretta le esibizioni, in alcuni casi sono finite con dei voli acrobatici dei cavalieri.

Intanto nella barracca antistante  la pista si cucinavano e distribuivano i ceci con le cotiche.
La manifestazione è terminata alle 18 circa, proseguendo poi con una cena… che potremmo anche definire la cena della discordia.
Il giorno dopo la cena, a Mogoro, incominciano a circolare delle voci le quali sostengono che la cena  organizzata dall’associazione ippica, nella quale hanno invitato amici e parenti (si parla di circa 400 invitati), sia stata pagata con i soldi della questua.

Per correttezza nei confronti del paese siamo andati a parlare con il Presidente dell’associazione: Carlo Orrù.
Ci risponde dicendoci che le voci che circolano a Mogoro sono assolutamente false, infatti ogni socio poteva invitare chi voleva alla cena, ma pagando una quota per ciascun invitato, gli invitati non erano 400 bensì  180, e i soldi della questua sono serviti come fondo cassa e per cercare di apportare dei miglioramenti alla struttura.
Carlo dice inoltre di voler rispondere a delle accuse che gli sono state mosse, ovvero   che i soldi raccolti nella questua dell’anno scorso per su sattigliu che alla fine non si è tenuto (rinviato per la morte di un carissimo amico nonché membro dell’associazione Stefano Mura al quale la pista è intitolata) siano stati spesi per fare delle cene,  “i soldi raccolti l’anno scorso, sono stati tenuti come fondo cassa, e nelle zone in qui si è passati l’anno scorso, quest’anno non si è passati”.

Tra lamentele, complimenti, voci di popolo, e divertimento anche quest’anno si è tenuta la manifestazione,  non ci resta altro che augurargli un grosso in bocca al lupo per l’anno prossimo e… attrus annusu!

G. G.

Questo articolo è apparso sul periodico stampato dall’amministrazione Comunale di Mogoro.
Ho deciso di pubblicarlo perchè racconta con chiarezza su Sartigliu.
In  un intervento precedente su mogoresbook ho crtiticato piuttosto duramente la manifestazione e mi scuso con chi si è sentito offeso per questo.
Il fine non era comunque quello di demolire l’entusiasmo di chi si impegna con tanta passione per la crescita dell’Associazione Ippica Mogorese ma piuttosto quello di stimolare la volontà di migliorare.
In realtà mi sono attirato un sacco di antipatie e ho potuto chiarire le mia posizione solo con alcune persone.
Sono a disposizione per qualsiasi iniziativa futura dell’Associazione Ippica Mogorese e spero che questa possa riuscire a coinvolgere sempre più persone.

Mirko

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...